Print this page
mardi, 28 avril 2020 16:20

Cuba

Rate this item
(0 votes)

STORIA DELLA MISSIONE

Nel febbraio 2015 la Superiora generale, Madre Gabriella Panella, si recava a Cuba, accompagnata dalla Madre assistente Sr Agnese Ventricelli, per verificare l’opportunità dell’apertura di una comunità missionaria, proposta da Padre Massimo Nevola SJ, dal momento che il governo comunista si era aperto ad accettare la presenza di diverse Religioni. A Roma avevano incontrato il Cardinal Jaime Ortega Alamino che risiedeva a La Habana e un vescovo cubano. Ambedue i Prelati avevano presentato il grande bisogno di religiose, che aiutassero i pochissimi Sacerdoti, mentre le loro parrocchie abbracciano un territorio molto vasto.

Recatesi in loco e preso atto della realtà, constatato anche l’entusiasmo delle sorelle di voler rispondere positivamente a questo bisogno di Chiesa, si decideva l’apertura di questa missione.

Il 2 febbraio 2016, dopo aver ricevuto il crocifisso missionario direttamente da Papa Francesco, le tre missionarie: Sr M. Claudia Paladino, Sr Precy Rabal e Sr Luciany Bella, accompagnate dalla Superiora generale e da P. Nevola SJ, davano inizio alla missione in terra cubana, precisamente a Chambas nella diocesi di Ciego de Avila, accolte con gioia dal vescovo Mons. Mario Mestríl Vegas. La Parrocchia dell’Immacolata Concezione di Chambas, al centro-nord dell’isola, è affidata ai Padri Agostiniani spagnoli. Sin dall’inizio le sorelle si sono inserite nelle varie attività della parrocchia come responsabili della catechesi e coordinatrici del programma di iniziazione sacramentale, visita e comunione ad infermi, coordinazione a livello di Diocesi dell’Infanzia Missionaria, della pastorale degli adolescenti e dei giovani, collaborazione negli incontri di preparazione al battesimo di bambini e adulti. Tutto viene svolto in armonia e corresponsabilità con i Padri.

Assentandosi loro, sono le sorelle ad animare la celebrazione della Parola sia in parrocchia che nelle nove varie comunità: Chambas, Falla, Piedra, Mabuya, Biscucia, El Asiento, Los Perros, Punta Alegre, Punta San Juan. Ad eccezione delle ultime due, che sono in località marittime, le altre sono tutte nell’entroterra dove alcuni fedeli hanno custodito ed aiutato altri a mantenere viva la fede. La maggioranza di queste comunità si riunisce in piccole e semplici cappelle o in case, dove le famiglie credenti ne danno la possibilità. Si presta attenzione alle persone inferme, anziane e con disabilità di Chambas e Florencia attraverso la distribuzione di medicinali e articoli sanitari di prima necessità che ogni mese, tramite l’ufficio postale, sono inviati da benefattori spagnoli.

Attualmente la Comunità è composta da tre Sorelle Sr Cristina Grippa, Sr Lilia Siguenza e Sr Luciany Bella.

La missione richiede sacrificio e costanza: è il tempo della semina, ma i frutti lentamente maturano. Le sorelle sono animate da zelo apostolico e si adoperano perché Cristo venga conosciuto ed amato in questa terra per intercessione della Vergine della Carità, Patrona dell’isola di Cuba, di cui tutti i cubani sono grandi devoti.


 COMUNITÀ

1. CHAMBAS • Hermanas Misioneras del Sagrado Costado