Pensieri

"Oh! Fortunato me stesso se posso abbandonarmi e riposare nel tuo Sacro Costato, in quella bella ferita d’amore che emana fiamme di carità ed incendia i cuori ad ogni istante".

"Oh! Cuore Amorosissimo del mio Gesù, per me squarciato dalla lancia di Longino, è proprio quella tua gran ferita di amore che mi accresce la fede, la speranza e mi accende di santa carità. Ed io in essa mi rifugio, in essa mi nascondo e mi inabisso; essa sarà la mia salvezza. Nascosto entro il Cuore tuo, da esso compreso, oh! io non potrò perdermi: io mi salverò: io sarò dolce vittima dell’amore al Sacro Cuore, morrò consumato di amore per esso [...]. Al tuo Cuore ricorro come a sicuro asilo, nel tuo Cuore io mi nascondo; l’esule quivi trova il suo asilo sicuro, quivi il suo dolce nido, il nido d’amore".

"Procurerò comunicare a tutti l’abbondanza dell’amore che Gesù NS ci porta, affinché tutti lo amino e nessuno l’offenda".

"Sono Sacerdote tuo, ma io voglio essere Sacerdote tuo santo che zeli l'amor tuo, la salute delle anime, pecorelle, che Tu mi affiderai".

Don Eustachio Montemurro

itsqzh-CNentlidptes
Tuesday, 28 April 2020 16:07

Ecuador

Rate this item
(0 votes)

STORIA DELLA MISSIONE

La presenza apostolica delle Missionarie del Sacro Costato in Ecuador ha inizio nel 1988.
La Superiora generale, Sr Pierfranca Crobe, aveva espresso al generale della Compagnia di Gesù, P. Peter Hans Kolvenbach, il desiderio di estendere il raggio di azione della Congregazione nell'America Latina. Questi accolse benevolmente la sua richiesta e, tramite padre Alvaro Restrepo, suo Assistente, le offrì la possibilità di collaborare nell’opera degli Esercizi spirituali in Manta, diocesi di Portoviejo, dove i Gesuiti posseggono il Centro di spiritualità “San Pedro Claver”.
ll Consiglio generalizio, pertanto, il 16 febbraio 1988 deliberò di accettare l’invito e inviare le prime quattro Suore.
Il 12 dicembre Sr Gabriella Panella, Sr Maria Filomena Petilli, Sr Maria Claudia Paladino e Sr Maria Nicla Loviglio, dopo aver frequentato a Verona un corso di preparazione per missionari, partirono alla volta dell'Ecuador, accompagnate dalla Superiora generale.
Giunte a Manta, in breve tempo iniziarono un efficace lavoro a servizio della popolazione, in particolare con: la collaborazione a corsi di Esercizi spirituali, ritiri e incontri formativi tenuti nel centro di spiritualità, l'insegnamento della Religione nella scuola Fé y alegria; la promozione civile e religiosa tra i poveri dei barrios; l'aiuto nelle guardierie infantili, l’aiuto nei corsi di taglio e cucito; l'animazione liturgica nelle parrocchie.

Nel 1992 nel barrio “Eloi Alfaro”, zona periferica di Manta, si si istituì un “Centro de capacitación popular” dove giovani donne frequentavano corsi di taglio e cucito, di estetista, di economia domestica, ecc.. Nel 2000 tale centro venne riconosciuto come "Academia profesional"; essa offriva una educazione più completa alle giovani dando loro la possibilità di conseguire un diploma, che facilitava il loro ingresso nel mondo del lavoro o della scuola, qualora avessero voluto continuare gli studi. Nel 2007 si procedette alla sospensione di tale Academia e l’anno successivo si diede inizio, in via sperimentale, ad un Centro diurno per anziani “Comedor Comunitario solidario de adultos mayores Eustaquio Montemurro”, che avevano qui la possibilità di ricevere attenzione e un pasto caldo giornaliero.

Nel 2013, a causa di nuovi requisiti dello Stato riguardanti detti Centri, tale Comedor sospese la sua attività e la suora responsabile venne ritirata.

Nel 1990 la Congregazione acquistò una casa al centro di Quito, per assicurare «un punto di appoggio» alle suore impegnate nella «preparazione alla missione» e, al tempo stesso, per accogliere giovani in discernimento vocazionale.
Avendo la comunità di Quito «avviato un lavoro di promozione umana e di evangelizzazione» nei barrios Pisullí-Roldos, nel 1992 si acquistò ivi un terreno e si dette inizio alla costruzione di una casa da destinare a Scuola d'Infanzia ed Elementare per i poveri del posto, privi di tale struttura.
In questo barrio era sorto il Centro medico “S. Hildegarda" per interessamento della diocesi di Monaco di Baviera. L'Ordinario del luogo, card. Antonio Gonzalez, volle affidarne la direzione alla nostra Congregazione.

Intanto, mentre la comunità di Quito attendeva ad un lavoro di promozione degli abitanti dei barrios e prestava il suo servizio infermieristico qualificato al Centro Medico “S. lldegarda”, a Manta tre giovani chiedevano di essere ammesse a far parte della Congregazione e venivano inviate in Italia per compiere la prova di noviziato in Castel Gandolfo.

Nel 2016 le Suore venivano ritirate da detto Centro Medico dal momento che altri Centri Medici statali gratuiti erano stati aperti in loco.

Nel 1994, portati a termine i lavori di costruzione, a Quito nella Cooperativa Jaime Roldós Aguilera prendeva avvio la Scuola Materna ed Elementare per offrire un’educazione di qualità in un barrio marginale e povero di risorse economiche.
La scuola “Jardín de Infancia y Escuela Particular “Eustaquio Montemurro” è oggi frequentata da numerosi alunni, i più bisognosi dei quali sono agevolati dalla generosa carità di alcuni italiani che se ne assumono l'onere con l'adozione a distanza.

Quito, nel barrio Jaime Roldós, da molti anni una sorella si prende cura di un refettorio comunitario per anziani ove giornalmente viene offerto un pasto caldo a circa 80 anziani, soli e abbandonati, insieme a spazi ricreativi e ginnastica terapeutica.

Nel medesimo barrio le sorelle hanno la direzione del Centro de Capacitación y Formación por la Vida in un grande edificio donato nel 2002 alla Congregazione dall’allora parroco P.Robert Thomas.
Scopo di quest’opera, indirizzata soprattutto alle ragazze madri e a giovani che hanno terminato la scuola dell’obbligo e vivono in povertà, è la promozione della donna nell’ambito umano e professionale. Frequentano questo Centro un bel numero di ragazze le quali, al termine del corso, conseguono un diploma che dà loro la possibilità di trovare lavoro nelle fabbriche o anche di aprire un'attività in proprio.

Nel 2000 si erigeva il Noviziato in Quito che, dopo due anni di interruzione, ha accolto giovani desiderose di seguire il Signore nella nostra Congregazione.
Dal 2007  diventava unico Noviziato dell’America latina per accogliere giovani non solo ecuadoriane, ma anche brasiliane.

Nel 2011, per mancanza di vocazioni, veniva chiuso e, in seguito, la casa veniva data in fitto.

L’apostolato gioioso tra bambini, giovani, famiglie, malati e anziani poveri ha donato alla Congregazione 8 vocazioni, 7 delle quali hanno già emesso i voti perpetui.


 COMUNITÀ

1. MANTA • CENTRO DE ESPIRITUALIDAD “SAN CLAVER”
2. QUITO • ESCUELA PARTICULAR “E. MONTEMURRO”

 

 

More in this category: « Brasile Cuba »

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.
More information Ok